Percorsi enogastronomici

Castello di Castagneto

Incontrare i sapori della terra per concedersi un’esperienza sensoriale unica

L’Alta Maremma di cui il paese di Castagneto Carducci è parte fondante, è un luogo molto particolare dove i sapori genuini della terra e del mare si fondono con i grandi vini della zona in abbinamenti fantastici creati da grandi chef provenienti dal territorio.

Fulvio Pierangelini con il suo Gambero Rosso prima, Luciano Zazzeri con la Pineta poi, hanno saputo declinare in maniera moderna i gusti di ingredienti presenti nella zona fin dai tempi degli Etruschi.

A questi grandi ristoratori sono seguiti in tutti gli storici paesi della zona altrettanti ottimi gestori che permettono al turista di vagare per le intatte campagne alla ricerca di raffinate esperienze sensoriali.

Dal lato del vino personaggi come Niccolò Antinori, i suoi figli Piero e Lodovico, Mario Incisa della Rocchetta, Piergiorgio Meletti Cavallari, Angelo Gaia sono stati coloro che hanno creato ed alimentato la fama mondiale dei Supertuscan con le etichette di Sassicaia, Masseto, Ornellaia, Grattamacco, Guado al Tasso, Biserno, Promis.

Da questo incontro fra grandi produttori e grandi ristoratori (questi ultimi vivendo sul mare hanno avuto la possibilità di sviluppare un’ottima la cucina di pesce), si creano per i turisti delle possibilità di curiosare in lungo ed in largo sulle nostre terre.

Una menzione particolare meritano gli oli extravergine di oliva provenienti dalla coltivazioni collinari che beneficiano per potersi sviluppare dell’irradiamento solare, dell’aria di mare e di una qualità di ambiente unica nel nostro paese.

Il “colombo al pentolo”, il “cinghiale alla cacciatora”, le “tagliatelle al cinghiale”, (ottime quelle dell’enoteca Tognoni di Bolgheri),“il baccalà alla livornese”, la “campigliese”, “il castagnaccio”, ed altri piatti tipici, costituiscono la spina dorsale della memoria gastronomica di questa parte così bella della Toscana.